Rinvio verifiche attrezzature

marzo 06, 2012

La nuova scadenza per l’entrata in vigore della disciplina sulle verifiche periodiche delle attrezzature da lavoro è fissata al 23 maggio 2012.

Il 24 gennaio 2012 è apparso in Gazzetta Ufficiale il “Decreto Decreto 20 gennaio 2012 – differimento dell’entrata in vigore del decreto 11 aprile 2011, recante disciplina delle modalità di effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’All. VII del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, nonché i criteri per l’abilitazione dei soggetti di cui all’art. 71, comma 13, del medesimo decreto legislativo”. Tale decreto ha prorogato ulteriormente l’entrata in vigore della norma, per un provvedimento atteso prima per il 28 luglio 2011 e poi ancora per la fine di gennaio 2012.

Ricordiamo che parliamo delle modalità di effettuazione dei controlli su speciali attrezzature da lavoro. Ovvero degli obblighi dei datori di lavoro, titolari dell ditte, di comunicazione e immatricolazione presso l’INAIL di tale attrezzature e di essere a disposizione per i due controlli condotti da INAIL stessa e quindi dalla ASL.

Lo stesso decreto poi, arriva a denifinire e introdurrà a breve i criteri per i quali altri soggetti pubblici e privati, differenti da quelli succitati, possono richiedere abilitazione all’adempimento delle verifiche.

Attrezzatura

Le attrezzature in esame, sono definite nell’allegato VII del e possono essere riassunte in questo elenco:

  • “centrali di riscaldamento ad acqua;
  • apparecchi di sollevamento di materiali non azionati a mano e idroestrattori a forza centrifuga (Gruppo SC);
  • gas, vapore, riscaldamento (Gruppo GVR);
  • generatori di vapore d’acqua;
  • tubazioni (gas, vapori, liquidi);
  • sollevamento persone (Gruppo SP);
  • forni per industrie chimiche e simili;
  • generatori di calore a combustibile solido, liquido o gassoso per impianti”.