Ruolo e responsabilità del preposto per la sicurezza sul lavoro

marzo 06, 2012

All’interno di un’impresa, il servizio di prevenzione e protezione si occupa della tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. Tra le figure dedicate a questo compito, la figura speciale del preposto è strettamente inerente l’attuazione delle direttive per il controllo e l’esecuzione da parte dei lavoratori delle operazioni in sicurezza.

Il preposto, secondo la normativa vigente è un “soggetto con funzioni e qualifica di caposquadra destinato alla verifica e controllo dell’attuazione delle norme antinfortunistiche ai sensi del decreto legislativo 81/08”.

Per svolgere tale funzione speciale, il preposto dovrà seguire un percorso formativo dedicato che possa trasferire ed aggiungere alle proprie competenze professionali, la conoscenza delle principali norme a tutela della sicurezza. Il suo ruolo inoltre, consente di poter supervisionare ogni singolo reparto al fine di un’analisi specifica della situazione; di solito infatti, il preposto è: il capo officina o il caposquadra, in ogni caso è una figura che in azienda ricopre già un ruolo importante nella gerarchia organizzativa.

Tali poteri, conferiscono di converso al preposto anche alcuni obblighi e responsabilità come ad esempio quello di “esigere che i singoli lavoratori osservino le norme di sicurezza” oppure il compito di sorvegliare l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale ed è per legge “il vero destinatario delle norme antinfortunistiche”.

All’art. 19 del Decreto Legislativo 81/08 ex testo unico per la sicurezza, tra gli obblighi del preposto vengono inseriti anche:

  • La vigilanza al rispetto degli obblighi di legge
  • Verificare l’avvenuta predisposizione dei lavoratori alle attività pericolose tramite processi di informazione

Il preposto, resta inoltre per questi ed altri obblighi, principale responsabile anche nei termini dell’apparato sanzionatorio.